Gambe leggere con le calze a compressione graduata

Le nostre offerte mensili
Gambe leggere con le calze a compressione graduata 21 Marzo 2023

Soffrite di gambe pesanti e affaticate o avete notato la comparsa di piccoli capillari superficiali?

Fate attenzione alla circolazione delle gambe: una vita sedentaria, una postura faticosa o una predisposizione genetica possono penalizzare il flusso di sangue attraverso gli arti inferiori.

Come migliorare la situazione e alleggerire le gambe?

Con le calze a compressione graduata: speciali collant elastici da indossare durante la giornata, per facilitare il ritorno venoso e aiutare il sangue a risalire su per la gamba.

A cosa servono le calze a compressione graduata?

Contro una circolazione pigra ed una stasi venosa degli arti inferiori le calze a compressione graduata esercitano una pressione leggera, ma costante, che dalla caviglia si distende alla coscia.

Questo capo di abbigliamento funzionale, quindi, attiva il ritorno venoso e favoriscono il drenaggio dei liquidi, alleviando le patologie circolatorie e contrastando il ristagno adiposo e la cellulite.

Quanti tipi di calze a compressione graduata esistono?

In farmacia sono disponibili 2 tipologie di calze a compressione graduata:

  • Preventive: hanno una compressione lieve, di circa 18 mmHg e sono indicate a chi sta spesso in piedi o seduto per lavoro, a chi assume contraccettivi orali o soffre di stasi venosa ereditaria.
  • Terapeutiche: hanno una compressione che oscilla dai 19 mmHg ai 50 mmHg circa e che cresce all’aumentare della gravità della patologia in corso.

Come si indossano le calze a compressione graduata?

La mattina, appena svegli e con le gambe sgonfie, arrotolate la calza fino all’estremità della punta e, dalle dita del piede, srotolatela lentamente avendo cura che il tessuto aderisca perfettamente alla pelle.

Per facilitare il gesto cospargete la gamba con del borotalco: in questo modo la pelle sarà più scivolosa e la calza scorrerà più semplicemente.

Ricordate, infine, di lavare le calze a compressione graduata con attenzione: scegliete programmi delicati e non superiori ai 30° per mantenere inalterate nel tempo elasticità e forza del capo.
Ultime news
  • Bambini: difese immunitarie forti sin dalla nascita

    21 Ottobre 2023

    Quando si parla di sistema immunitario, anche nei bambini, si fa riferimento ad alcuni elementi come le vitamine, l'energia, gli anticorpi. La loro produzione dipende dal microbiota, che è l'insieme dei microrganismi che popola il tratto digerente, in particolare l'intestino.

    Oltre mille miliardi virus, batteri, protozoi, funghi, comunicano tra loro agendo come un organismo unico, indispensabile per una crescita corretta e sana.

    Alcuni recenti studi hanno evidenziato che i bambini fortemente allergici hanno popolazioni ridotte di "Lattobacilli", e che ad una colonizzazione dell'intestino da parte di "Clostridium difficile" è associata a dermatite atopica e asma nei primi sei anni di vita.

    La formazione del microbiota comincia subito dopo la nascita, con il passaggio del neonato dal canale del parto, e intorno ai tre anni è simile in tutto a quello di un adulto.

    Per la composizione del microbiota l'allattamento al seno è cruciale, per questo molti pediatri insistono sull'importanza di allungare i tempi dell'allattamento al fine di rafforzare il sistema immunitario dei bambini.

    Infatti, i composti bioattivi presenti nel latte materno promuovono lo sviluppo di varie specie di "Bifidobacterium" essenziali per il suo equilibrio.

    C'è poi un secondo momento importante nella vita di un bambino, ed è quello dello svezzamento.

    In questa fase una dieta ricca di verdura, frutta e cereali integrali garantisce un elevato apporto di fibre, che favoriscono la massima diversità (e ricchezza) del microbiota.

    I cibi da privilegiare durante lo svezzamento sono: olio extravergine di oliva, broccoli, cardi, cipolle, carote, cavoli neri, frutta, finocchi, cicoria, melenzane, radicchio, carciofi.

    Anche lo yogurt è ottimo: la fermentazione acida, ottenuta aggiungendo al latte i microrganismi "Lactobacillus bulgaricus" e "Streptococcus termophilus", contrasta la colonizzazione del microbiota da parte dei patogeni.

    Nella nostra farmacia trovi gli alimenti e i prodotti più adatti per il tuo bambino, dalla nascita allo svezzamento.

  • Dieta e integratori: ecco la ricetta per tutelare la salute della prostata

    19 Ottobre 2023

    Come detto più volte, seguire una corretta alimentazione può migliorare la nostra salute e aiutare il corpo a svolgere correttamente le sue funzioni.

    È il caso della prostata, una ghiandola maschile situata appena sotto la vescica, davanti al retto, e il cui benessere è fondamentale per la salute dell’uomo. Attraverso la prostata, infatti, passa l'uretra, il canale che porta all'esterno sia le urine che il liquido seminale.

    La salute di questa ghiandola può essere compromessa da alcuni fattori tra cui:

    • la pressione elevata,
    • il diabete,
    • il colesterolo alto
    • i trigliceridi alti

    che possono aumentare le probabilità di danneggiarla. Ma non solo.

    Anche il vizio del fumo e l’alimentazione possono interferire con il suo corretto funzionamento e in particolare, l’assunzione di cibi ricchi di zuccheri come i dolci, le carni rosse, fritture e l’abuso di grassi saturi, sono fortemente sconsigliati per garantirne la buona salute.

    Ricettario di buona salute

    Per questo è importante seguire una dieta equilibrata e sobria, privilegiando alimenti come frutta e verdura ricchi di antiossidanti naturali e le proteine della soia, che svolgono un ruolo protettivo contro lo sviluppo del cancro alla prostata.

    Esistono poi specifici integratori che influiscono positivamente come, ad esempio, quelli a base di:

    • serenoa repens, una pianta efficace a prevenirne l'ingrossamento e capace di ripristinare le normali funzionalità;
    • avovida, che svolge un'azione antinfiammatoria e ricostituente;
    • licopene, con proprietà antiossidanti;
    • zinco, che agisce sul sistema immunitario.

    Queste sostanze, unite ad una dieta corretta e all’attività fisica, possono migliorare la salute della prostata agendo a sostegno delle sue funzionalità. In caso di necessità, quindi, potete rivolgervi al vostro farmacista di fiducia che saprà indicarvi il prodotto migliore e il trattamento più adatto alle vostre esigenze.

  • Raffreddore neonatale: cos´è e come si cura

    17 Ottobre 2023

    L'età non conta, grandi o piccini, il raffreddore non risparmia davvero nessuno.

    Sono circa 200 i virus che portano a questa infiammazione della mucosa nasale, della faringe e in alcuni casi della gola. I sintomi sono piuttosto comuni, come il classico naso che cola, rialzo della temperatura, starnuti, tosse, inappetenza e difficoltà a dormire.


    Raffreddore: amico o nemico dei bambini?

    Sia negli adulti che nei bambini, se ben curato, non è una patologia preoccupante.

    Sapevate, piuttosto, che il raffreddore neonatale può essere utile? Nei primi mesi di vita il nostro organismo inizia a produrre i cosiddetti "anticorpi delle memoria" che, ricordando l'incontro con l'agente infettivo, difendono l’organismo durante gli attacchi successivi.

    E tutti sappiamo che il raffreddore ci viene a trovare molto spesso.

    In più, i neonati sviluppano un'immunità momentanea che li protegge dal virus per un periodo dopo il contagio.


    Cure e prevenzione

    Per curare il raffreddore neonatale, è importante:

    • evitare antinfiammatori e antibiotici;
    • idratare il bambino facendogli bere molta;
    • liberare il naso dal muco, lavando le vie nasali con soluzioni saline apposite;
    • umidificare gli ambienti che favoriscono lo scioglimento del muco, riducendo la congestione nasale;
    • far riposare il piccolo, aiutando il sistema immunitario a reagire.

    Ricordatevi, il raffreddore è contagioso! Prevenirlo è possibile, per esempio lavando bene ciucci e giocattoli e tenendo il neonato lontano da chi sta affrontando questa forma virale.

    In ogni caso chiedete sempre consiglio al personale in farmacia che saprà darvi le giuste indicazioni per curare al meglio i sintomi del vostro bambino.
Rubriche
  • MASCHERA PER I CAPELLI GRASSI

    22 Maggio 2024

    Parliamo di capelli, l'insoddisfazione interessa, soprattutto le donne. Questo argomento piace al sesso femminile, ma quando se ne parla, purtroppo, nasce un problema, perché diciamo che il 95% di loro li detesta e vorrebbero che fossero diversi. Per mantenere i capelli belli e sani, non serve una pozione magica, bastano delle giuste accortezze e l'utilizzo di prodotti giusti. In questo nuovo articolo parliamo del problema legata ai capelli grassi, questo fenomeno infatti, è generalmente causato da diversi fattori, come utilizzare prodotti troppo aggressivi che non rispettano il ph della pelle, alimentarsi in modo sbagliato, lo stress può provocare questo fastidio e anche la genetica, svolge un ruolo determinante.

    In questo nuovo articola. vi aiutiamo a risolvere questo problema con un rimedio naturale, andremo a realizzare una maschera per eliminare il grasso in eccesso prodotto in quantità irregolare dalle ghiandole sebacee.

    Maschera per i capelli grassi

    Gli ingredienti che vi occorrono sono:

    3 limoni da spremere

    1 cucchiaio di farina di mais o amido

    1/2 cucchiaino di sale

    Prendete il succo di 3 limoni spremuti, metteteli una ciotola e aggiungete la quantità di sale e di farina di mais o amido, con un cucchiaio, procedete facendo amalgamare gli ingredienti fra di loro. Una volta che il vostro composto è pronto, applicatelo sulla cute ed effettuate un massaggio molto delicato con i polpastrelli delle dita. Non strofinate assolutamente in modo eccessivo, altrimenti influite sulle ghiandole sebacee, stimolando la produzione di sebo. Lasciate agire per circa 20 minuti e poi, sciacquate rigorosamente con acqua tiepida, eliminando con cura tutto il trattamento. Ripete almeno 2 volte a settimana e noterete che il problema relativo ai capelli grassi sarà attenuato visibilmente al tatto. In più, i vostri capelli appariranno puliti e luminosi.

    I capelli grassi vi preoccupano? No problem, con i rimedi naturali, il problema è sconfitto....

  • LA MELASSA NERA PER L´ALIMENTAZIONE DEGLI SPORTIVI

    15 Maggio 2024

    L'alimentazione degli sportivi è molto importante, perché rappresenta una buona percentuale, per raggiungere il successo e gli obbiettivi tanto desiderati. In questo nuovo articolo dedicato ai consigli sportivi, vi presentiamo la melassa nera, un dolcificante naturale, che possiede tantissime virtù benefiche, per chi si allena costantemente e duramente.

    La melassa per gli sportivi

    In commercio esistono molte varietà di melassa, ma quella più pregiata è quella nera che si ottiene dalla lavorazione della canna da zucchero. Rispetto al classico zucchero, la melassa contiene un'elevata percentuale di sali minerali come il potassio, il calcio, il ferro, il cromo e il magnesio. Risulta essere una preziosa fonte di vitamine, infatti contiene A la F, la B2 e la B6 e contiene poche calorie. Il suo sapore è dolce e particolarmente aromatico, con una consistenza liquida e di colore scuro.

    Gli sportivi la possono consumare a colazione spalmandola sulle fette biscottate, aggiungendola ai succhi di frutta, allo yogurt, oppure assumerne un cucchiaino, come spuntino durante l'arco della giornata, per recuperare le energie perse, durante gli sforzi fisici. In più la melassa nera, se assunta regolarmente è un valido aiuto per contrastare, prevenire e alleviare la comparsa dei fastidiosi crampi muscolari, che generalmente compaiono in seguito allo stress e all'intenso affaticamento.

    La melassa nera, si può acquistare nei negozi specializzati alla vendita di prodotti biologici, ma anche on line. Una piccola raccomandazione, come vi abbiamo accennato nelle precedenti righe in commercio esistono diversi tipi melassa nera e non dovete, assolutamente confonderla con la versione comune. Infatti, la melassa comune è uno sciroppo di glucosio con l'aggiunta di uno zucchero caramellato e non contiene qualità benefiche.

    Cari amici sportivi o semplici persone che amano tenersi in perfetta forma fisica, con la melessa nera, guadagnerete tanti benefici e benessere.

    A questo punto, non ci resta che augurarvi un buon consumo e buon allenamento.

  • SCRUB PER IL CORPO AL SEDANO

    08 Maggio 2024

    Quante volte, vi è capitato di voler trovare risposte valide e voler soddisfare le vostre tante esigenze? Sicuramente la risposta sarà sempre, spesso, ma il risultato è che, purtroppo avete provato tanti di quei prodotti, più o meno costosi e non avete ottenuto il risultato desiderato. Quando si parla di bellezza della pelle del corpo, il problema è che da un discorso piacevole, si arriva a parlare delle delusioni. La pelle del corpo per mantenere il suo naturale splendore ha bisogno di attenzioni, coccole e un nutrimento totale.

    Il protagonista del nuovo articolo sarà il sedano e con lui, vi spiegheremo come realizzare uno scrub per il corpo che svolgerà le seguenti funzioni:

    nutre la pelle in profondità, idratandola

    la leviga rendendola morbida e setosa

    elimina le cellule morte

    elimina il senso di ruvidità

    rallenta la crescita dei peli (gambe)

    Se tutto questo, vi sembra un miracolo, ora vi sveliamo come realizzare lo scrub al sedano

    Scrub al sedano per il corpo

    Gli ingredienti che vi occorrono sono i seguenti:

    1 gambo del sedano

    1 cucchiaio di olio extra vergine

    2 cucchiai di zucchero di canna

    Dovete inserire nel frullatore il gambo del sedano tagliandolo in piccoli pezzetti, in modo da frullarlo con facilità. Successivamente mettete il composto ottenuto in una ciotola aggiungendo la quantità di olio extra vergine e i due cucchiai di zuccheri di canna. Con un cucchiaio amalgamate il tutto e mettevi sotto la doccia. Inumidite la pelle del corpo e iniziate a massaggiare il vostro scrub al sedano, con movimenti leggeri e circolari per circa 5 minuti, esercitando una maggiore pressione, sulle gambe, la pancia, i glutei e le braccia, inoltre potete applicare questo composto anche sul viso, in quanto risulta essere molto delicato. In seguito, sciacquate il tutto con acqua tiepida e procedete alla classica detersione del corpo. Il consiglio è di ripetere questo scrub almeno una volta a settimana.

    Soddisfatte? Provate e vedrete......

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.