Forfora: i migliori rimedi

Le nostre offerte mensili
Forfora: i migliori rimedi 01 Ottobre 2022

Avete bandito dal vostro guardaroba i capi spalla di colore scuro, per evitare situazioni imbarazzanti legate all’accumulo di forfora?

Dite basta alle preoccupazioni e riscoprite il piacere di sfoggiare una chioma luminosa e purificata.

Ecco qualche consiglio per liberarvi dall’incubo della forfora.

Da cosa è causata la forfora?

Alla base della forfora si nascondono numerosi fattori scatenanti.

La patologia può originarsi da un’irregolare rigenerazione delle cellule del cuoio capelluto, che si rinnovano troppo velocemente, oppure da un eccesso di sebo nella cute.

O ancora: la forfora può essere la conseguenza di squilibri ormonali, di situazioni di stress o semplicemente può essere la reazione visibile di una pelle estremamente secca ed irritata.

Come eliminare la forfora?

Buone notizie: la forfora si può eliminare!

In farmacia esistono numerosi trattamenti antiforfora, specifici per ogni tipo di cuoio capelluto e mirati a risolvere le diverse cause alla base della fastidiosa patologia.

Il primo passo è quello di partire da un’igiene corretta: la forfora, che spesso si origina da un’igiene scarsa o – al contrario – dall’utilizzo di prodotti troppo aggressivi, ha bisogno di delicatezza. Chiedete consiglio al farmacista sul prodotto più adatto a voi, scegliendo tra i tanti shampoo che regolano la produzione di sebo, proteggono il cuoio capelluto irritato e lo lasciano idratato, lenito e libero da impurità.

Per un’azione urto, poi, potete affiancare all’utilizzo dello shampoo antiforfora delle specifiche lozioni, in formulazione liquida o spray. Indicati per eliminare il prurito, questi prodotti svolgono una spiccata azione lenitiva e purificante, efficace contro l’accumulo di sebo e le infiammazioni cutanee.

Grazie all’utilizzo combinato di questi prodotti, non solo potrete contrastare efficacemente la forfora, ma sarà più facile anche prevenirne la comparsa.

Addio forfora: benvenuta chioma lucente!

Ultime news
  • Acido folico in gravidanza: cos’è e a cosa serve

    26 Novembre 2022

    Sei in dolce attesa o stai pianificando una gravidanza?

    Non dimenticare di assumere l’acido folico: una vitamina del gruppo B fondamentale per l’organismo e cruciale per un corretto sviluppo del feto.

    I benefici dell’acido folico in gravidanza

    L’acido folico svolge un ruolo molto importante durante la gestazione, sin dalle prime settimane dopo il concepimento.

    Questa vitamina, infatti, favorisce una solida costruzione delle cellule in gravidanza, contribuisce ad un corretto sviluppo del condotto neurale e facilita una formazione sana della colonna vertebrale del piccolo.

    Assumendo regolarmene acido folico è possibile prevenire gravi malattie neonatali come la spina bifida, l’anencefalia e l’erniazione del tessuto cerebrale.

    Non solo: grazie alla sua azione, l’acido folico riduce la possibilità di difetti a carico del sistema nervoso, di malformazioni delle labbra e del palato e di patologie cardiovascolari congenite nel bambino.

    Quando assumere acido folico?

    Per favorire una corretta assimilazione di questa preziosa vitamina, è consigliata l’assunzione di acido folico a partire da almeno 3 mesi prima del concepimento, così da accumularne una buona riserva.

    Durante le primissime settimane di vita all’interno dell’utero, infatti, fornire all’embrione in via di formazione un apporto adeguato di acido folico è cruciale per sostenere l’intenso lavoro cellulare e per supportare i processi di sintesi di molecole come il DNA, l’RNA e le proteine.

    Se l’assunzione preventiva di acido folico non fosse possibile, non appena avrai la certezza di essere in gravidanza – sempre sotto supervisione medica – integra subito questo elemento nella tua dieta quotidiana, per tutto il primo trimestre.

    Vuoi saperne di più?

    Per approfondimenti, dosaggi e posologia chiedi consiglio al tuo farmacista di fiducia!

  • Fibrillazione atriale, l´autodiagnosi è possibile

    24 Novembre 2022

    Anche se poco conosciuta, l'aritmia cardiaca è un disturbo molto diffuso che tende a crescere con l'aumentare dell'età. Questa patologia può manifestarsi con l’accelerazione, la riduzione o l’irregolarità del battito cardiaco.

    Quando le due cavità superiori del cuore, gli atri, si contraggono molto velocemente e con un ritmo non regolare, si parla di fibrillazione atriale.

    Sono circa 10 milioni gli europei a soffrirne e 2 milioni solo gli italiani ma, non avendo sintomi evidenti, è una malattia molto spesso trascurata.

    L’importanza di conoscere il proprio corpo

    I segnali più evidenti legati a questa patologia sono la mancanza di respiro, stanchezza profonda, senso di vertigine e fastidio al petto. Nonostante questi sintomi, però, moltissime persone hanno saputo di esserne soggetti solo dopo aver avuto un ictus cerebrale.

    Riconoscere in tempo questi campanelli d’allarme, quindi, è fondamentale per poter intervenire e curare questo disturbo evitando di arrivare a complicazioni molto gravi.

    Per tutte queste ragioni appare chiaro come, saper effettuare una corretta autodiagnosi, possa fare la differenza. Per identificare in tempo e prevenire la malattia, infatti, bastano due dita appoggiate sul polso, un gesto molto semplice che, se eseguito nel modo corretto, può salvare la vita. In questo modo è possibile capire se il cuore batte regolarmente oppure no.

    A questo scopo, in occasione della settimana mondiale dedicata alla fibrillazione atriale è nata “Check Your Pulse”, una campagna promossa dall’Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari (Alt), volta alla sensibilizzazione sull’autodiagnosi della patologia,

    Per conoscere come effettuarla correttamente, è importante rivolgersi ad esperti specializzati o al vostro farmacista di fiducia, che saranno in grado di mostrarvi come agire e come riconoscere i sintomi legati a questo disturbo.

  • Smettere di fumare con la citisina

    22 Novembre 2022

    Se fate parte dei 7 milioni di italiani che vogliono smettere di fumare, ma non ci riescono, è tempo di valutare concretamente nuove soluzioni.

    Accanto al metodo più diffuso per smettere di fumare, ossia quello di utilizzare farmaci a base di nicotina, si sta rivelando efficace e virtuoso l’utilizzo della citisina: un principio attivo antico, a base naturale, disponibile in farmacia solo sotto prescrizione medica.

    Scopriamo di cosa si tratta e come funziona la citisina.

    La citisina: efficace perché blocca i recettori nicotinici

    I grandi nemici degli amanti delle “bionde”, sono proprio i recettori nicotinici: canali neuronali che rispondono alle sollecitazioni della nicotina contenuta nel fumo di sigaretta. Come? Scatenando inizialmente una reazione di piacere e poi rilasciando stimoli di astinenza, che spingono il fumatore ad accendere un’altra sigaretta, innescando il vizio.

    La citisina inibisce questo processo: frenando i recettori nicotinici fa in modo che la sigaretta non generi sensazioni positive e che il tabagista percepisca l’assunzione di tabacco come sgradevole.

    Con un po’ di costanza e di determinazione, la citisina riesce quindi a cancellare il piacere del fumo, disincentivando il vizio.

    Dove trovare i farmaci a base di citisina?

    La citisina è un principio attivo disponibile in farmacia come preparato galenico magistrale.

    Tradotto: le farmacie che dispongono di laboratori idonei possono realizzare farmaci specifici a base di questo prodotto.

    I vantaggi di rivolgersi ad una farmacia attrezzata? Quella di poter ottenere un farmaco personalizzato, con un dosaggio esclusivo in base alle necessità individuali ed una posologia ad hoc.

    Vuoi saperne di più? Chiedi subito informazioni al tuo farmacista: oggi è il giorno giusto per smettere di fumare.

Rubriche
  • L´ESERCIZIO FISICO AIUTA I FUMATORI

    23 Novembre 2022

    Sicuramente tutti sapete che il fumo, fa male e nuoce gravemente alla salute di ogni essere umano. Ogni persona è diversa e i problemi che possono derivare dal vizio della sigaretta, non sono uguali per tutti. L'unica cosa che si sa con sicurezza è che fumare, fa male e all'organismo non regala, purtroppo nessun tipo di beneficio e benessere, ma anzi, al contrario è "distruttivo". In questa nuova guida, vi riveliamo che cosa è emerso di recente, perché sembrerebbe che svolgere un pò di attività fisica, aiuti a contrastare i danni causati dal fumo. Vediamo, nello specifico di cosa si tratta.

    L'esercizio fisico che aiuta i fumatori.

    Studio effettuati di recente, condotti dal dottor Alejandro Diaz dell'Università di Harvard hanno evidenziato che i fumatori che mantengono i muscoli del torace in allenamento, possono difendersi dalla morte prematura che il fumo può provocare. Infatti, sembrerebbe che più questa zona del corpo sia sviluppata, minore sia il rischio di subire danni irreparabili, mentre al contrario più i muscoli in questa zona sono piccoli e di conseguenza, il rischio di morte aumenterebbe notevolmente. Il consiglio da parte nostra, sarebbe quello di eliminare definitivamente dalla vostra vita, il vizio di fumare, ma se proprio non ci riuscite, almeno cercate di controllarvi e non fumare mai, oltre 5 sigarette al giorno.

    Praticare sport o un pò di attività fisica è un grande alleato che vi permette di mantenervi in buona salute, quindi se proprio non riuscite a smettere di fumare, prendete seriamente in considerazione l'idea di allenare i muscoli del vostro torace. Potete iscrivervi in palestra, oppure svolgere degli esercizi specifici allenandovi, tranquillamente dietro le vostre mura domestiche. A questo punto, non vi resta che indossare un abbigliamento sportivo, un paio di scarpe da ginnastica comode e iniziare i vostri esercizi fisici. Una piccola raccomandazione, non esagerate e buon allenamento.

  • MASCHERA ILLUMINANTE PER IL VISO AL POMODORO

    16 Novembre 2022

    Tutto quello che ci viene offerto, da madre natura è un dono e questo genere di regali vanno presi e custoditi con cura. Lo sapete che il pomodoro rosso e maturo. oltre ad essere buono da mangiare è anche, ottimo per realizzare delle maschere per il viso che illuminano la pelle. Il potere del pomodoro è di eliminare tutte quelle cellule dall'epidermide del viso, che la soffocano e provano un colore grigiastro e spento.

    Le sue proprietà benefiche sono contenute sia nella buccia, che nella sua polpa e garantiscono un valido aiuto, sia per la bellezza estetica, ma anche senza alcuna ombra di dubbio per la salute. Vediamo come si realizza la:

    Maschera illuminante per il viso al pomodoro

    1/2 pomodoro rosso

    1 cucchiaio di olio extra vergine

    1 cucchiaio di miele

    Mettete il mezzo pomodoro rosso maturo, con tutta la buccia nel frullatore e frullatelo fino a quando non assume la consistenza cremosa e densa. Mettete il frullato di pomodoro in una ciotola e aggiungete, la dose di olio extra vergine e il cucchiaio di miele e amalgamate il tutto con un mestolo da cucina. Sul viso asciutto e pulito, applicate la maschera in modo uniforme evitando solo le labbra e lasciate agire per circa 20 minuti. Trascorsi questi minuti eliminate tutto l'impacco con acqua tiepida senza strofinare in modo troppo energetico.

    Ripetete questo trattamento almeno una volta a settimana, mi raccomando con un minimo di costanza se ci riuscite, otterrete buoni risultati.

    Questa maschera al pomodoro è in grado di eliminare tutte le cellule morte, rende la pelle luminosa, la nutre in profondità e contrasta l'invecchiamento cutaneo, che è la causa della formazione delle rughe.

    Il pomodoro vi fa belle! Non vi resta che provarlo e testare le sue qualità ricche di benefici.

    Buona maschera al pomodoro. L'ingrediente della vostra bellezza...

  • L´ESERCIZIO AEROBICO PER DIMAGRIRE

    09 Novembre 2022

    Molto spesso, quando si decide di voler dimagrire, mettersi a dieta o eliminare dalle proprie abitudini alimentari alcuni alimenti, purtroppo, queste possono non essere le giuste scelte, per ottenere buoni risultati. Sicuramente, la cura dimagrante porta a perdere qualche chilo in eccesso, ma ad essa deve essere sempre associato un pò di movimento fisico, altrimenti non si ottengono risultati concreti. Infatti dovete sapere, che se scegliete di praticare un pò di esercizio aerobico, in questo modo, aiutate il vostro organismo a bruciare i grassi in eccesso e questo vuol dire perdere peso in modo corretto e in più, andate a tonificare il vostro corpo. Se il vostro obbiettivo è dimagrarire, prima di tutto dovete preferire un tipo di dieta ipocalorica, ovvero assumere meno calorie, di quante ne vengono bruciate dall'organismo, durante la giornata. In questa nuova guida vediamo, perché l´esercizio aerobico è l´alleato perfetto, per perdere peso.

    L´esercizio aerobico per dimagrire.

    L´esercizio aerobico permette di bruciare, una quantità superiore di calorie ed energie, rispetto a quelle che vengono assunte durante l´arco della giornata. Per praticare questo tipo di attività sportiva, non avete bisogna per forza di iscrivervi in palestra e spendere soldi, perché potete, semplicemente indossare una tuta e un paio di scarpe da ginnastica e farvi delle piacevoli camminate tutti i giorni. Dove? In un parco o in un giardino pubblico, almeno un´ora al giorno a passo svelto. Se imparata a praticare l´esercizio aerobico regolarmente , fate del bene al vostro cuore, ai polmoni, al sistema immunitario e al vostro umore. In più, una delle cose più importanti è che questa "disciplina" agisce accelerando il metabolismo e di conseguenza, aiuta a perdere i chili in eccesso, senza richiedere troppo sforzo fisico.

    Se volete dimagrire ed essere in una forma fisica, ecco cosa dovete fare, vi occorre solo un pò di impegno, un minimo di costanza e delle buone e sane abitudini.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.