Piedi gonfi, alcuni consigli per un´estate...

Le nostre offerte mensili
Piedi gonfi, alcuni consigli per un´estate all´insegna della leggerezza 04 Agosto 2022

L'estate si sa, porta con sé gioie e dolori. Da un lato le giornate sono più lunghe e le temperature più piacevoli, dall'altro il caldo può causare piccoli fastidi che mettono a dura prova il nostro corpo, in particolare il sistema circolatorio.

Se il sangue circola con difficoltà, gli arti si gonfiano, provocando la classica sensazione di formicolio o dolore che, soprattutto a fine giornata, ci impedisce di uscire e goderci delle belle serate di divertimento.

Prevenzione e cure per piedi a prova d'estate

Queste zone, spesso sottovalutate, hanno una grande importanza e andrebbero curate ogni giorno con massaggi specifici o esercizi di rinforzo alle articolazioni. Dopo tutto gambe e caviglie sostengono tutto il nostro corpo! Come fare, quindi, per essere sempre al top?

La prevenzione è sempre l'arma migliore. Ѐ possibile intervenire con:

· una crema a base di menta, centella e aloe, per rinfrescare i tessuti a livello locale;

· la tintura madre di centella, presa mattino e sera e lontano dai pasti;

· il movimento, evitando di stare a lungo nella stessa posizione e magari passeggiando per 40 minuti ogni mattina.

Se questo non è sufficiente, niente paura! Per alleviare la sensazione di pesantezza agli arti si può:

· fare brevi bagni di 30 secondi a caviglie e polpacci lasciando una pausa di un minuto tra un bagno e l'altro e utilizzando acqua molto fredda;

· decontrarre la zona dalla caviglia al piede con un bel massaggio con un gel di aloe. Attenzione ad effettuare dei movimenti dolci e circolari.

Per scegliere i prodotti migliori per prevenire e curare questi disturbi, è importante rivolgersi al personale specializzato in farmacia, che saprà indicarvi la formulazione più adatta ad ogni tipo di esigenza e fastidio.

Ultime news
  • Forfora: i migliori rimedi

    01 Ottobre 2022

    Avete bandito dal vostro guardaroba i capi spalla di colore scuro, per evitare situazioni imbarazzanti legate all’accumulo di forfora?

    Dite basta alle preoccupazioni e riscoprite il piacere di sfoggiare una chioma luminosa e purificata.

    Ecco qualche consiglio per liberarvi dall’incubo della forfora.

    Da cosa è causata la forfora?

    Alla base della forfora si nascondono numerosi fattori scatenanti.

    La patologia può originarsi da un’irregolare rigenerazione delle cellule del cuoio capelluto, che si rinnovano troppo velocemente, oppure da un eccesso di sebo nella cute.

    O ancora: la forfora può essere la conseguenza di squilibri ormonali, di situazioni di stress o semplicemente può essere la reazione visibile di una pelle estremamente secca ed irritata.

    Come eliminare la forfora?

    Buone notizie: la forfora si può eliminare!

    In farmacia esistono numerosi trattamenti antiforfora, specifici per ogni tipo di cuoio capelluto e mirati a risolvere le diverse cause alla base della fastidiosa patologia.

    Il primo passo è quello di partire da un’igiene corretta: la forfora, che spesso si origina da un’igiene scarsa o – al contrario – dall’utilizzo di prodotti troppo aggressivi, ha bisogno di delicatezza. Chiedete consiglio al farmacista sul prodotto più adatto a voi, scegliendo tra i tanti shampoo che regolano la produzione di sebo, proteggono il cuoio capelluto irritato e lo lasciano idratato, lenito e libero da impurità.

    Per un’azione urto, poi, potete affiancare all’utilizzo dello shampoo antiforfora delle specifiche lozioni, in formulazione liquida o spray. Indicati per eliminare il prurito, questi prodotti svolgono una spiccata azione lenitiva e purificante, efficace contro l’accumulo di sebo e le infiammazioni cutanee.

    Grazie all’utilizzo combinato di questi prodotti, non solo potrete contrastare efficacemente la forfora, ma sarà più facile anche prevenirne la comparsa.

    Addio forfora: benvenuta chioma lucente!

  • Olio di tea tree: previene e cura l’herpes labiale

    29 Settembre 2022

    L’influenza e la congestione delle vie respiratorie non sono l’unico malanno di stagione: in autunno quando le difese immunitarie si abbassano, non è raro veder comparire sulle labbra il tanto odiato herpes.

    Si tratta di una “febbre” che si manifesta spesso sulla bocca – talvolta anche su altre zone del viso – e che è causata dall’azione del virus dell’herpes simplex. Un agente virale nocivo che si introduce all’interno del nostro organismo e che può rimanere silente a lungo, per poi manifestarsi avvantaggiandosi di difese immunitarie deboli.

    Come prevenire e curare l’herpes? Con l’olio di tea tree!

    Non esiste una soluzione definitiva per debellare l’herpes: è possibile, però, bloccarlo efficacemente agendo sui primi sintomi con medicinali antivirali, oppure con rimedi naturali disponibili in farmacia.

    Come l’olio di tea tree, o olio essenziale di melaleuca: un rimedio antico ancora oggi molto diffuso e dall’efficacia riconosciuta.

    Questo olio essenziale gode di grandi proprietà antibatteriche ed antivirali e viene utilizzato spesso per trattare l’herpes labiale sin dai primi sintomi, così da limitare la comparsa delle vescicole.

    Se invece non avete agito in tempo e l’herpes si è già esteso, niente paura: applicando l’olio di tea tree potrete disinfettare la parte ed accelerare la cicatrizzazione.

    Attenzione, però, perché l’olio di tea tree può provocare bruciore: per questo, se l’infezione è ormai estesa, abbiate cura di applicarlo delicatamente con piccoli tocchi aiutati da un batuffolo di cotone, e se serve diluitelo con dell’olio di oliva.

    Un olio, quello di tea tree, molto versatile: oltre alla sua efficacia per prevenire e curare l’herpes può essere impiegato per trattare prurito e punture di insetti.

    Dove trovarlo? Semplice: in farmacia, disponibile in comode boccette.
  • Come aumentare le difese immunitarie

    27 Settembre 2022

    Stress, alimentazione scorretta e arrivo della stagione autunnale: se le tue difese immunitarie sono messe a dura prova, è tempo di correre ai ripari!

    Ecco qualche consiglio per rafforzare l’organismo ed aumentare le difese immunitarie, in modo efficace e naturale.

    Echinacea: dalla natura uno scudo contro il freddo

    Non fatevi ingannare dalla delicatezza dei suoi fiori violetti: l’echinacea è una pianta potentissima per combattere i malanni di stagione.

    Un elemento naturale dalle spiccate proprietà antivirali, particolarmente utile per contrastare le sindromi febbrili, con interessamento delle vie respiratorie, e per potenziare l’azione dei globuli bianchi, rinvigorendo il sistema immunitario.

    Integratori a base di acerola: un alleato esotico per fare il pieno di vitamina C

    Viene dal Sud America e promette di contribuire al benessere profondo dell’organismo: l’acerola, detta anche ciliegia del Brasile, è una pianta tropicale ricca di vitamina C, di vitamina A e di vitamine del gruppo B. Un bouquet di benessere ideale per stimolare e proteggere l’organismo aumentando le naturali difese immunitarie, indicato per prevenire e contrastare i principali mali di stagione e mirato a ridare energia e vigore al metabolismo energetico.

    Il sambuco: un ingrediente prezioso negli integratori contro i malanni stagionali

    Quest’inverno dite addio all’incubo di tosse e raffreddore, anticipando i classici sintomi influenzali con i migliori rimedi naturali.

    Come il sambuco, un arbusto dalle note proprietà antinfiammatorie ed emollienti delle vie aeree: un vero toccasana per prevenire i disturbi da raffreddamento e per alleviarne i sintomi.

    Come? Le bacche di sambuco svolgono un’attiva azione immunostimolante ed aiutano l’organismo a rispondere efficacemente alle aggressioni esterne. Gli integratori naturali a base di sambuco, inoltre, sono consigliati sia per lenire le mucose irritate dalle infiammazioni da raffreddamento, che per contenere la febbre aiutando il corpo ad espellere le tossine attraverso un aumento della sudorazione.

Rubriche
  • COSA VUOL DIRE MANGIARE IN MODO EQUILIBRATO?

    28 Settembre 2022

    Nella vita, ma anche nello sport mangiare in modo equilibrato è molto importante.Ma cosa vuol dire mangiare in modo equilibrato? Mangiare in modo equilibrato significa, assumere le giuste quantità e le giuste porzioni di alimenti che contengono le sostanze nutritive, ma senza esagerare . L'equilibrio, infatti permette di mantenersi in buona forma fisica, evitando di ingrassare, prendendo chili, che non si desiderano. Come ben sapete, il rischio di ingrassare è ben legato, alla quantità di energia che viene assunta tramite l'alimentazione e quelle che vengono consumate e bruciate, tramite lo svolgimento delle attività quotidiane. Se le calorie in eccesso, non vengono smaltite dall'organismo, questo si trasformano in grasso adiposo. Per questo è importante svolgere un minimo di attività fisica, vi state domandando quali sono i vantaggi? Tutti, non ingrassate, mantenete il corpo tonico, tenete i muscoli allenati e oltre, ad avere un bel fisico, mantenete anche il cervello in buona salute.

    Se scegliete, un tipo di alimentazione equilibrata, vi fate del bene e proteggete il vostro organismo da diverse malattie, che possono essere più o meno gravi, ricordate che mangiare tutto è importate, ma senza mai esagerare. Gli specialisti consigliano un consumi regolare, di 5 porzioni di frutta o verdura (diversi) al giorno. La cosa importante, da rispettare e ve la diciamo in modo semplice è non consumare più calorie di quante ne bruciate, vi occorre solo sapervi regolare e controllare.

    In più se volete rimanere in forma e non volete ingrassare, potete scegliere l'utilizzo di integratori naturali, sono un valido aiuto, ma devono essere comunque associati ad un'alimentazione corretta e allo svolgimento di un pò di attività fisica. Se iniziate con il piede giusto, nulla è impossibile e difficile, non dite mai che non avete tempo, perché usare questa frase equivale solo a dire una bugia, dieci minuti li potete trovare sempre e comunque.

    Buon allenamento.

  • I BENEFICI DELLA CANNELLA

    21 Settembre 2022

    La cannella è una spezia, molto utilizzata per donare un profumo aromatico a diverse specialità culinarie, ma è anche un ottimo alleato per la nostra salute fisica. Infatti, è ricca di ferro, manganese e calcio e contrasta i dolori mestruali, i sintomi influenzali e i sensi di malessere provocati, da diversi virus.

    Scopriamo insieme, quali sono le caratteristiche benefiche della cannella e quando e come, può essere utilizzata, per apportare innumerevoli benefici all'organismo.

    La cannella e le sue virtù benefiche

    Riduce la glicemia, questo ingrediente è in grado di abbassare gli zuccheri presenti nel sangue. Le sue proprietà aiutano anche a combattere il colesterolo "cattivo".

    Protegge da virus e batteri, è considerata una spezia dalle proprietà antibatteriche, in grado di proteggere l'organismo da diverse patologie. In più contiene qualità antimicotiche, che aiutano nella prevenzione contro le malattie legate all'apparato digerente.

    Per calmare i dolori mestruali, perché apporta sollievo in caso si soffra di questo tipo di problema, calmando il fastidio alla pancia e donando un gradevole senso di rilassamento. Provate una tisana con 300 ml di acqua e un cucchiaino di cannella portando ad ebollizione. In seguito, filtrate e bevete l'infuso quando è ancora caldo.

    Influisce sulla memoria, le sue proprietà benefiche agiscono stimolando e rendendo la qualità della memoria più fluida e aumentano, il livello della concentrazione.

    Per contrastare il mal di gola, come per i dolori mestruali, dovete preparare una tisana con le stesse dosi e lo stesso procedimento. Riscontrerete un sollievo al cavo orale ed è anche un ottimo calmante in caso si tosse secca e grassa.

    La cannella una preziosa spezia, che può aiutarci a combattere tanti disturbi e problemi legati alla salute. Questo ingrediente, lo potete acquistare in polvere o in stecca di cannella, ma a nostro parete la versione in polvere è molto, più pratica.

    Se ancora non avete provato la cannella, non è mai troppo tardi, per iniziare!

  • COME TRASFORMARE IL GRASSO IN ENERGIA

    14 Settembre 2022

    Il grasso eccessivo, se non viene utilizzato dal nostro organismo e non viene trasformato in energia, purtroppo si modifica in "brutta ciccia". I grassi dal nostro organismo sono utilizzati in diversi modi, ma se ne vengono assunti in modo eccessivo, questi si accumulano all'interno dell'organismo e così, aumentala cellulite, le maniglie dell'amore, la pancetta e l'adipe si localizzain diverse zone del corpo. In questa nuova guida affrontiamo questo problema relativo al grasso e come trasformarlo in energia, sicuramente alla base ci deve essere un'alimentazione sana associata ad un pò di sport, movimento fisico, perché la vita sedentaria peggiora l'accumulo adiposo.

    Come trasformare il grasso in energia.

    Prima di iniziare a fare un pò di sport, dovete assolutamente ridurre le calorie ( 500 in meno) cercando di controllare l'assunzione di alimenti ricchi di grassi e gli zuccheri. Infatti, se non lo sapete i carboidrati se vengono consumati in modo troppo eccessivo, vengono trasformati dall'organismo in grasso. In più, mai bisognerebbe mangiare abbuffandosi per poi, passare a digiuni drastici, perché in questo modo si perde il giusto equilibrio peril buon funzionamento del metabolismo.

    Lo sport, lo svolgere un pò di movimento, il praticare un pò di attività fisica sono un valido aiuto per ridurre il grasso, trasformandolo in energia. Sapete perché? La risposta è semplicissima, perché durante lo svolgimento di una qualsiasi disciplina sportiva e lo sforzo fisico, l'organismo ha bisogno di energia e quindi modifica il grasso, trasformandolo in una riserva energetica. Non vi serve iscrivervi in palestra, perché se volete potete anche, semplicemente indossare il vostro abbigliamento più comodo e le vostre scarpe da ginnastica e correre all'aria aperta, oppure fare degli esercizi giornalmente nel vostro appartamento. L'importante è, che non vi abbandonate totalmente alla scelta di una vita sedentaria.

    Avete capito bene, ora trasformate il grasso in eccesso in energia.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.